Liceo Classico

La tradizione umanistica, la sfida critica, l’impegno con la vita: “fare con...”

 

LICEO CLASSICO

Il Liceo classico mira a metterein relazione l’uomo moderno con i valori della tradizione della cultura umanistica.La tradizione, infatti, èmolto di più di un contenuto da comunicare: è una relazione viva, la tramaesperienziale che definisce il volto stesso degli uomini che vi partecipano. Inparticolare, il percorso degli studi classici consente ai giovani di appropriarsiconsapevolmente della categoria della possibilità, che è il cardine stessodella ragione. Non solo la grande storia umana che abbiamo alle spalle non siesaurisce nel tempo, ma a essa appartiene qualcosa che trascende i limiti chedanno allo spazio e al tempo un significato soltanto circoscritto. Lapermanenza nel tempo e nello spazio di realtà stabili, senza le quali uomini eciviltà non potrebbero parlarsi, rappresenta la dimensione, per così dire,veritativa dell’esperienza scolastica, vale a dire l’apertura al significato eal senso dello studio, la sua stessa ragionevolezza.

MODIFICHEAL QUADRO ORARIO MINISTERIALE

Storiadell’Arte: 1 ora curricolare aggiuntivanel primo biennio. La dimensione estetica è indispensabile alla formazione diuna cultura radicata nella tradizione. Perchépotenziare Storia dell'Arte? Giovanni Paolo II nel 1999 scrive nella letteraindirizzata agli artisti: "l'arte non serve a niente, se non a mettere afuoco ciò che è essenziale. [...] L'Arte invita a non essere tiepidi, a nonessere spenti…Ogni forma autentica d'arte è, a suo modo, una via d'accesso allarealtà più profonda dell'uomo e del mondo". Dal desiderio di educare losguardo ad andare fino in fondo alla Bellezza per cogliere il livello di Veritàprofonda di cui essa è manifestazione, nasce l'idea di potenziare le orecurricolari per introdurre gli studenti ad uno studio sempre più critico epersonale di questa disciplina

Matematica: potenziata con 1 ora curricolare aggiuntiva a partiredal terzo anno.

Inglese potenziato: Madrelingua, CLIL e... (clicca qui per scoprire di più)




 

Copyright © 2019 Istituto G. Leopardi